Archivio novembre 2009

Dissertazioni sulla macachità. Ci sono macachi che pensano che tutto ciò che fa Apple sia giusto e tutto ciò che fanno gli altri sia sbagliato. Errore, naturalmente. Ci sono anche macachi che pensano che Apple dovrebbe fare tutto quello che fanno gli altri, e se c’è qualcosa di successo che Apple non fa, sia un errore. Sbagliato anche questo.

Apple fa quello che ritiene giusto per il suo business. Coprire più nicchie di mercato non significa automaticamente avere successo maggiore, anzi, significa spesso disperdere risorse. Questo, però, non vuol dire che se Apple non fa qualcosa essa sia automaticamente inutile (naturalmente, sempre nell’ambito informatico…non mi aspetto che Apple si metta a vendere frigoriferi 😀 Anche se… 😀 ).

Tutto ciò per dire cosa? Che, come i miei amici ben sanno, non mi dispiacerebbe affatto avere un netbook. 😀 Non credo che Apple dovrebbe farne uno (naturalmente ora che l’ho scritto, verrò smentito 😀 ), a meno di non snaturarne l’essenza di oggettino “Abbastanza buono”, per dirla alla Wired: low cost e chissenefrega se non è perfetto.

Però credo che questa essenza, avere qualcosa che è più di un iPhone ma meno di un macbook, sia interessante. Basta solo stare alla larga da Windows 😀

Se qualcuno vuole contribuire al bisogno di uno scrittore  spiantato, Natale è vicino e un libro di fantascienza è sempre un bel regalo da fare agli amici 😀

Un numero speciale di iBoh (grasso che cola!) per celebrare l’ennesimo colpo di genio dei nostri amati politici.

iboh0004

Colgo l’occasione per ricordarvi che, se lo ritenete condivisibile, potete aderire all’iniziativa di Wired per candidare la Rete come Nobel per la pace 2010 🙂

Ebbene sì, lo dico. Sono passato a Trillian per iPhone.

Non tanto perchè sia migliore del precedente software che usavo (Palringo), anzi probabilmente ha diverse mancanze, ancora. Ho solo avuto un attacco di nostalgia dei tempi (non illuminati) in cui lo usavo su PC, sebbene non rimpianga certo Windows, Trillian è Trillian 🙂

Per cui dopo aver messo un bel desiderio nel bellissimo Lista dei Desideri (pubblicità non occulta), l’ho esaudito. Per ora, mi ha colpito molto la procedura di registrazione che si svolge completamente sull’iPhone, a differenza di molti altri software, mail di attivazione compresa. Bello.

Intanto sogno nuove avventure galattiche… 🙂

Benvenuti alla terza puntata di iBoh 🙂 Oggi il nostro eroe dovrà vedersela con l’ennesimo fastidioso “iPhone killer” e la sua innovativa arma segreta 😀

(e vediamo chi coglie la citazione nel finale 😛 )

iboh0003

(cliccate sulla figura per leggerla a una dimensione umana 😛 )

Voleva essere un articolo sfogo, ma dopo quello di nytro, ho deciso di risparmiarvi. 😀

Quindi faccio solo una piccola considerazione: facciamo finta che i Mac siano veramente uguali a normali PC perché hanno gli stessi componenti. Ora applichiamo la stessa arguta opinione al mondo pc:  che senso avrebbe arrovellarsi per decidere se comprare un Toshiba o un Dell, o un HP o un Sony, se tanto sono tutti uguali?

Suggerimento: studiate il vero significato della parola design (lo so, mi ripeto, ma repetita juvant, no?). 😉

Oggi non mi sento molto politically correct, quindi se qualcuno dei lettori de Il Macaco fosse sensibile o particolarmente attento a non offendere il quieto vivere, è fortemente consigliato di smettere adesso di leggere questo articolo.
La questione è legata a come alcuni appartenenti al popolo del bel paese affrontano le questioni legate a cosa sia giusto o sbagliato, e soprattutto in base a quali parametri…cercherò di essere più chiaro.
In questi giorni alcune persone chiedendomi informazioni sui prodotti venduti dal marchio che noi amiamo tanto, hanno cominciato con delle pindariche evoluzioni su cosa sia giusto o sbagliato utilizzare, consigliare, comprare, etc…

Ora: facendo presente che secondo la mia modesta opinione ci sono molteplici modi di poter dire le cose e soprattutto esiste la libertà di opinione, mi sento in dovere, vista la mia passione per questo marchio e per questo modo di vivere la vita, di dire la mia!
NON ACCETTO, ad oggi, persone che senza la minima cognizione di cio che stanno dicendo muovano delle accuse verso chi la pensa in maniera diversa da loro dicendo che il fatto che APPLE esista è una questione di moda e una faccenda legata al voler essere per forza di cose diversi e un po’ snob.

(altro…)

Girovagando su Youtube (potrei passarci una vita), ho trovato un video molto simpatico che ci spiega alcuni punti salienti su come zio Steve riesce ad affascinare il pubblico nei suoi leggendari keynote.

I macachi più affezionati probabilmente li conoscono già, ma è utile un ripasso, soprattutto per chi per lavoro deve affrontare gli stessi problemi. 🙂

Proseguono le presentazioni del nuovo arrivato in casa macaca…questa volta interamente pervenute dalla testolina del macaco fokewulf, temporaneamente monomaniaco 😛

Buona lettura 🙂

iboh0002

(cliccate sulla figura per leggerla a una dimensione umana 😛 )

A volte mi piacerebbe essere come Tom Cruise in Minority Report e con un paio di guantini interagire con quello splendido monitor semitrasparente. La mente vaga per sogni fantascientifici mentre muovo il mio unico sistema di puntamento grafico che conosciamo: il mouse.
Il mouse è il sistema di puntamento meno considerato, dagli utenti, durante l’acquisto di nuovo computer; é divenuto talmente familiare da creare persino un modo di esprimersi tra le persone: “clicca, punta, scrolla, doppio clic…”. (altro…)

Ieri sera sono stato a un piccolo concerto gratuito in una chiesa di Milano. A un certo punto, leggendo l’elenco dei compositori in programma, noto vicino alla data di morte di Marco Enrico Bossi la dicitura “oceano Atlantico”. Incuriosito, estraggo in un momento di pausa l’iPhone e scopro su Wikipedia che l’organista italiano morì di ictus durante una traversata in nave verso gli Stati Uniti. Già che ci sono, soddisfo la mia curiosità anche sul funzionamento dello strumento che l’abile musicista Alessio Corti sta suonando.

Non c’entra direttamente Apple, naturalmente, ma a me la possibilità di accedere a qualunque informazione esattamente nel momento in cui ci serve mette sempre i brividi.

Di gioia. 😀

Il Macaco usa la Forza di WordPress. Template originale d Nofie Iman, ormai pesantemente modificato da Daniele Savi. Il logo nella testata è di Simone Basso.
Il Macaco è pubblicato sotto licenza Creative Commons.