Archivio luglio 2010

Qualche tempo fa vi avevo raccontato dei miei esperimenti con un vecchio PowerBook G4 Titanium. In questi mesi, però, ho sempre avuto, per motivi vari, la voglia di fare un tentativo molto azzardato: sostituire Tiger con Leopard, sebbene sia assolutamente fuori specifiche, visto che monta un G4 da soli 550 MHz.

Confortato anche da altri articoli di amici macachi in Rete, nei giorni scorsi ho voluto imbarcarmi in questa sperimentazione. Dapprima ho provato ad avviare una copia di Leopard già installata sul mio PowerMac G4, per verificare che il Titanium non implodesse in un buco nero durante il boot. Il test è stato positivo, e la velocità accettabile, quindi ho decretato la luce verde per l’aggiornamento vero e proprio.

Il primo passo, naturalmente, è stato quello di creare un bel clone del disco del PowerBook, con il noto software Carbon Copy Cloner.
(altro…)

Esistono mille ragioni che ci portano verso una visione della vita, siano esse di fede, politiche o solo di stile di vita.
In questi giorni la mia vita ha raggiunto un traguardo che, come popolarmente si dice, capita una volta sola. Una settimana fa ho spento la mia 40esima candelina. Come potete immaginare è stato un modo abbastanza subdolo per “costringere” amici e parenti a una mega colletta per farmi regalare l’unico oggetto che avrebbe potuto soddisfare la mia innata “follia” verso i gadget elettronici…sopratutto per quelli di casa Apple.

(altro…)

E’ giunto finalmente il momento di dare l’annunciata svolta all’epopea di questo blog, nato poco più di un anno fa per raccogliere le esperienze, e non le notizie, che attraversano una grande varietà di utenti raccolti sotto la comune etichetta di “macachi”. Persone diverse, con storie diverse, dagli irriducibili del Mac 1984, ai convertiti da OSX, come il sottoscritto, fino ai moderni macachi degli iCosi, accolti nella comunità grazie al successo dei nuovi giocattolini Apple. 🙂

Oggi il Macaco si trasforma, come promesso, aprendosi ulteriormente alla comunità. Non solo accogliamo chiunque voglia raccontarci la sua esperienza macaca, ma da oggi apre anche Il Macaco Social, grazie alla partnership con Enrico “capobecchino” Scognamillo di Meemi.com che ringrazio per la collaborazione e la gentilezza che sempre lo contraddistingue. Un luogo dove tutti i macachi possono incontrarsi, condividere pensieri, citazioni, immagini, video, eventi, e soprattutto discutere e scambiarsi le proprie idee ed esperienze.
(altro…)

Leggere Lucio “Lux” Bragagnolo è come ricevere in faccia una ventata di aria fresca in un caldo e afoso pomeriggio di luglio.

Lo so, è una banalità, ma dato il clima di questi giorni, ero vogliosissimo di dirlo. 😀

Bazzico Apple da più di dieci anni, e ne sono utente diretto da nove. Apple in tanti anni è cambiata, e anche di molto. Non è più, ora, la società che ha lanciato il Macintosh nel 1984, così come non è più la società presa di nuovo in mano da Jobs al suo ritorno nel ’97/98. E’ un bene? Un male? E’ una domanda senza senso. Tutti noi abbiamo delle nostalgie riguardo il passato che abbiamo vissuto, ma il cambiamento, anche per un’azienda, è vita…e la cosa bella del cambiamento è che se segui un percorso mutevole, c’è sempre qualcosa di nuovo ad aspettarti.

Con Apple, in questi 10 anni, ho sempre trovato qualche sorpresa…a volte in linea con le mie aspettative, a volte sconcertante, come il passaggio a Intel, prima odiato e poi apprezzato.

Un’unica cosa non ho mai visto cambiare, nella porzione di vita che ho vissuto da macaco: l’atteggiamento di molti detrattori.
(altro…)

Non potevo evitare di condividere con voi questa chicca di app per iPhone : Soundhound.

Per chi era entusiasta di Shazam, con questa app farà i salti di gioia.

Piccolo Flashback: quante volte sentite una canzone per radio, o la colonna sonora di una pubblicità e non sapete il titolo? Prima di Shazam era un peregrinare tra siti di radio cercando le top hits sperando che ci fosse il nostro brano da acquistare nello Store di Apple (perché voi le acqustate le canzoni vero? 😉 ).

Ecco, tutto questo cambia con Shazam: senti la canzoncina, lanci l’app e avvicini il tuo iPhone o iPod agli altoparlanti…5 secondi et voilà! Titolo trovato!

(altro…)

Lug
1210

Negli ultimi tempi, ve ne sarete accorti, l’attività di questo blog è andata rarefacendosi, con sempre meno articoli e sempre più giorni vuoti. I motivi sono tanti, dovuti anche al nostro voler parlare il più possibile di esperienze personali e dirette, e non riproporre notizie più o meno scopiazzate come fanno molti autorevoli esponenti della blogosfera, macaca e non.

Solo pochi mesi fa abbiamo chiuso un ciclo, quello del primo anno di vita, un periodo pieno di soddisfazioni, in primis aver incontrato persone interessanti come gli amici che si sono aggregati al gruppo degli autori del Macaco.

E’ normale che ci siano periodi meno prolifici, ma proprio in questo momento, invece di rallentare il nostro lavoro neuronale, abbiamo scelto di preparare per voi una sorpresa, una trasformazione, della quale pochi ancora sanno e che, come sempre, spero sia gradita a tutti coloro che hanno deciso di seguirci.

Volete saperne di più? Avverrà presto, molto prima della fine del mondo.

State tonnati! 😉

Nonostante i problemi e le sfighe di questo periodo, la vita è bella perché ci sfida sempre a mettere in discussione le nostre opinioni, anche quelle più radicate.

Spesso così, per gioco, ci troviamo di fronte a mutamenti che ci sorprendono, e personalmente quelli che amo di più sono gli episodi che mi riempiono di sottile anticonformismo e che fanno sobbalzare sorprese o arrabbiate anche le persone più vicine. Sono una scimmia dispettosa. 😀
Come questo, per esempio: ho da poco installato sul netbook Windows 7, al posto di Ubuntu, e mi piace piuttosto e anzichenò (cit.). 😀
(altro…)

Torna a trovarci il caro iBoh, con il suo commento su un divertente articolo apparso in questi giorni su un noto quotidiano. 😀

Il Macaco usa la Forza di WordPress. Template originale d Nofie Iman, ormai pesantemente modificato da Daniele Savi. Il logo nella testata è di Simone Basso.
Il Macaco è pubblicato sotto licenza Creative Commons.