Non potendo acquistare un nuovo portatile, ma avendo la necessità di usare più intensivamente il mio vecchio MacBook (white, mid-2007 con Intel Core2Duo 2.0 GHz e 4GB di RAM) rispetto al Mac Mini, per via di un piccolo problema di salute che mi bloccherà ancora per qualche settimana, ho deciso di fare un piccolo investimento e comprare un disco SSD da montare per ora nel MacBook, e in futuro eventualmente in un nuovo portatile, o nel Mini.

In particolare ho scelto il Crucial M4, per l’ottimo rapporto qualità/prezzo e per le mie precedenti ottime esperienze con Crucial. Ero naturalmente consapevole che il controller SATA del mio MacBook, ormai obsoleto, non è in grado di sfruttare appieno le performance di un disco SSD moderno, ma mi ero convinto vedendo alcuni video su Youtube che il gioco valesse la candela.

Per farla breve: è così. La differenza è evidente a occhio nudo, senza bisogno di benchmarks o software di test da super-laboratori. In generale tutto il sistema è più reattivo, molto alleggerito. Ovviamente non vi aspettate prestazioni mostruose in applicazioni e giochi (quelle dipendono più che altro dal processore e dalla scheda video), ma è evidente che i vecchi (e speriamo moribondi) hard disk sono un grosso collo di bottiglia, anche su computer non proprio moderni. Più che credermi sulla parola, vi mostrerò due brevi video fatti molto velocemente (scusatemi per la scarsa qualità delle immagini, ma il problema di salute sovra citato mi ha impedito di montare un’attrezzatura migliore e ho optato per una scrausissima mini-videocamera). (altro…)

Diamo il benvenuto all’amico Nicolò che ci oggi racconta le sue esperienze “trasversali” tra macachi e pinguini. 😀

Leggendo il titolo dell’articolo starete pensando “Ma che diavolo sta dicendo?”. Beh, oggi voglio parlarvi della mia esperienza “Linuxiana” sul mio MacBook White 13″.
(altro…)

Ricevo da dany90 la descrizione della sua casa macaca, e volentieri pubblico. Se volete inviare la vostra, scriveteci!


Per capire la mia disposizione tecnologica devo fare una premessa: la mia camera/studio è una sorta di dependance posta a 5 metri circa da casa, con la c maiuscola, dove abita mia mamma.

Ecco un elenco di tutti i computer (mac, non, e device mobili), che sono presenti in casa mia:

  • iMac, mid 2008 | 20” | 4 GB ram | core 2 duo da 2,66 GHz, il centro nevralgico, collegato ad un secondo schermo Samsung da 19”;

(altro…)

Devo ammetterlo, in casa mia staziona un “coso”. Questi è presente sotto forma di un portatile windowsiano; il pc di “LaRosy” (la mé mieé – mia moglie, in milanese).

Comprato circa tre anni fa, ha onestamente (bisogna dirlo!) servito al suo meglio le innumerevoli ore di attività fatte di “bilanci – 730 – invii telematici – fatture” che LaRosy, da buona commercialista, digita incessantemente sulla tastiera. Diciamo che, grazie alla poca propensione di pasticciare della Rosy, il “coso” (per una casa di macachi!) si è comportato bene senza causare perdite di capelli e acidità di stomaco al sottoscritto. (altro…)

Il Macaco usa la Forza di WordPress. Template originale d Nofie Iman, ormai pesantemente modificato da Daniele Savi. Il logo nella testata è di Simone Basso.
Il Macaco è pubblicato sotto licenza Creative Commons.